mayoor

Instant poetry.

Instant poetry – 22

No, mamma è partita. 
Non ha detto niente. 
Digiuno. Rambo sta bene. 

È rabarbaro. Cammin di vita. 

Instant poetry – 21

Un treno di pensieri transita alla stazione
dove manca da scrivere. Troppo velocemente. 

*

scende come piovesse ancora

*

Perché scrivere ancora poesie?
Non si può dire in altro modo?

Instant poetry -20

Due giorni di tentativi per l’iscrizione a Poste-it.
Non è la macchina, è che ne siamo fuori. 

Quando sali in aereo, non ti informi sul funzionamento 
del motore, se e come funziona. Ti fidi.  

Voglio dire, due giorni d’assalto. In biblioteca.

Instant poetry – 19

Hai rotto le scatole con questa Instant poetry. 
Non fa ridere. 

Tieni, sono 10 euro. Vammi a prendere 
le sigarette.

Instant poetry -18

Non è primavera.

Non svengono sul prato le nubi, non cantano
gli uccellini. Non è primavera.

Kitchen.

Una poesia in modalità Kitchen*:

Calcolatrice sposata 
con portapenne a inchiostro
ricaricabili

Calze rete Moulin Rouge
Tre-per-tre come eravamo
Dolores

Manicotti in pelle cucciolo di leopardo
Ticket bolli auto

«Avanti!» 

Orologio svizzero, stampe alle pareti
Genova per noi 

*
Notizie sulla poesia kitchen si possono trovare qui:
https://lombradelleparole.wordpress.com/