Pensieri di Cosmo.

di Lucio Mayoor Tosi

(Per gli amici filosofi)

C’è vita dopo la nascita? No, continuerai a non esistere.
Dio, ti ringrazio!

Già abbiamo da pensare a scorie di materia
in sospensione, polveri, spazi di memoria abbandonati.

Materia. Quelle ombre orribili.

Doverle soffiare via quando il corpo decade. Metterci
una croce.

.

Ci deliziamo, noi, del nostro lavoro. Ma il Maestro
sempre ci avverte che non basta essere eterni;

che questa è solo l’unghia del fenomeno; che oltre all’eternità
c’è la fissità. Che le cose sono vive se almeno due, tra i parenti,
avessero conoscenza dell’alfabeto morse.

Presenza è fissità.

Può bastare una volta. Un lampo e sei qualcosa.
La qual cosa è fissa.

Pubblicità