Tchaikovsky in 4D.

di Lucio Mayoor Tosi

Un fossile di controfagotto fu ritrovato tra i ghiacci della Siberia.
Passò un intero concerto di Tchaikovsky. Musica modernissima.
Nell’improvvisa sordità vedo le mani della pianista muoversi sui tasti
come smarrite. Gli accadimenti precedono la scrittura.

Tchaikovsky, si espande nell’aria. Profumo di caffè.
L’oro dei polsini, le dita magre lunghe sottili. Nello specchio al mercurio
non si riesce a vedere il volto. Flauti e oboe. Gatti sul tetto.
Disegni alla Modigliani. Un fumetto di Tiramolla.
– Nella casa di un’amica che aveva allora tre anni. In soffitta.
Ci sentivamo al sicuro. Come morti.

Quando invecchierà, questa giovane pianista resterà sola. Ogni tanto
verranno i nipoti a trovarla. Come per sfogliare un libro prezioso.
L’ottocento scaldava le case. Cuori battevano forte sotto le camicie.
E’ musica. Un grillo esce dalla naftalina.

Annunci