Non importa.

di Lucio Mayoor Tosi

images
Vuoto, mio caro, come mi avessero ferito le meningi
per una lobotomia. Due parrucchieri mandati dal cielo
travestiti da esattori di gas e luce. Fine davvero triste
per un navigante del tempo, amico della storia;
nato da amori comunisti, nei mezzo di tanti matrimoni,
sulla ghiaia di confetti, nel lungo giorno di tante
primavere. Nubi di bambagia. Il cielo di una corsa
– fa ancora freddo – Fino agli ippocastani. 
I grandi erano Babbo Natale. Come il Maestro spirituale
che mi venne a trovare, mentre in un sogno credevo
di stare per morire. Comunista anche lui.  Amico di sottotetti
e cantine, di torri antiche e Rolls Royce.
Molte cose non si possono dire. Perché non importa a tutti.
Come essere innamorati.

Annunci