L’acqua scorre dai rubinetti.

di Lucio Mayoor Tosi

immoigrati

La vicinanza al convertitore di gravità
crea nei polmoni un sentimento triste
da fumatori.
Finisce sugli scogli l’inverno che viene dal nord.
Vedi la solitudine?
Pare che io abbia una zia. Ieri mi ha offerto
dei datteri.
Sembra che il pianto arrivi da lontano.
Una nuvola si gonfia e piange.
Mentre scrivo belle parole, un’auto cisterna
si ferma sul piazzale.
Scrivo curvo, fumo molte sigarette.
Mi presto, voglio dare il mio corpo
a un’altra voce.

Tra veglia e sonno, al passaggio
un forte rumore (di clacson). Insostenibile.
Vedi la solitudine?
Cambia l’espressione del viso.
Eppure tutto sta funzionando:
due occhi e una sola vista!
Orizzonte con tanto di sopra e sotto.
E poi dentro la circonferenza di un’abetaia:
qui s’impara a respirare…
Dalle foglie piccole l’ossigeno migliore.
Ottime le medie. Meravigliose le foglie di quercia.
Sì, è tutto buono.
Sappiamo dove andare.
Attiviamo la memoria dei piedi.

Annunci