Come Chagall.

di Lucio Mayoor Tosi

marc

Sì, è possibile che in futuro lasceremo che l’erba cresca liberamente
senza troppe manie di bellezza e ordine.

Nei libri di storia scorreranno immagini di noi.
Acrobazie e volteggi di un biplano rosso nel blu.

Qualcuno dirà sorridendo:
“A quel tempo, ogni famiglia possedeva un televisore a colori”

Atterrerò in un campo da calcio
dentro il vestito bianco di un uomo trasportato dal pensiero.

Tutti molto gentili.

Sì, ascolteremo molta meno musica.

Molte cose non avranno nome, le riconosceremo dal colore.

Chagall saprebbe come sottrarsi alla folla
una volta fuori dall’ascensore.

E prendere per mano chi ci sta sorridendo.

Annunci