Camminando.

di Lucio Mayoor Tosi

robinson-crusoe-man-friday-1

Con te giocherei sempre ma, quando abbasso lo sguardo
cala sul palmo l’ombra della sera. Che tutto incenerisce.
L’elmo di questa casa subito si riempie di oscuri presagi.
Si ha percezione e diffidenza verso tutti i metalli. Ci si può
anche sentir soffocare. Si diventa fiere in cattività.

Oppure scolari di bridge e mansuete ammiraglie: qualcuno
tra i tanti Crusoe capitati sull’isola; che poi fecero propria.
Ma questa sera vale d’avvertimento al gioco: c’è sempre
un bosco scuro da attraversare e ti guarda, dall’attaccapanni.

– E’ con questo animo che pure mi sento acceso. Come
pensassi di vivere in un’abbondanza.
Oggi particolarmente: camminando nel vicolo si aprì
uno scenario mozzafiato; non c’era nuvola che non fosse
più che perfetta. Le case mi venivano incontro di buon umore.

Questo volevo dirti quando mi sono voltato
a guardarti sorridendo.

Annunci