Il melo.

di Lucio Mayoor Tosi

c279f24b1ab40b4c90054871821d7469
Prima del bacio ci sono labbra Che si sfiorano sul lato delle bocche.
Terra e Luna. E sulla Terra una foglia appesa che ti Tocca i capelli. E nei Capelli, circuito di Autostrade per dita, i corpi di due Scozzesi ballerini, Il Melone Dalla buccia Più liscia, Una tartaruga marina, TUTTI GLI ottoni di Una banda musicale. il Picchio sul melo, il melo Che Domanda, la Domanda Che piace.
Questo per l’inizio del bacio. Una settimana dopo ci si potrà toccare, lingua con Lingua. Il rumore di Una piega del tessuto coprirà Quello della saliva, della curva di un fiume, di una cartolina che cade; di un Raggio dalla finestra, nell’androne della scala deserta, di un cellulare spento, della spesa riposta nel Frigorifero, del morso a Uno spicchio d’arancia, dei mobili quando non scricchiolano.
Mesi di carezze per urlare. Questo promette il Pene che sta sull’albero della conoscenza.
Mai fidarsi di quelli che strisciano.

Annunci