La casa nuova.

di Lucio Mayoor Tosi

hitchcock

La Sposa è un concerto di note incomprensibili. LUI un groviglio di filo spinato, odoroso d’alba e di notti Fuori. Prima servirà Un Bagno caldo, caldissimo, Con Tanto Vapore TRA le Pareti azzurre. Dentro le nudità è bordò. Fuori QUALCHE spiffero ghiacciato. Fuori. Sulla Pelle, rami dell’orto, gridi di Uccelli.
Ma il corredo non è Tutto qui, Ci Sono Morti da entrambe le parti. I lasciti sono impareggiabili: Cose per la toilette, Saponi, un Rasoio Elettrico Che non verrà usato, Petali Nei vasi, QUALCHE oro e tante Inutili Fotografie. Dettagli, figure di nonni Che indossano abiti mai avuti, carezze Che non Hanno mai Dato. C’E’ Bisogno di baci.

Annunci